Le caldaie a condensazione: cosa sono e perchè sono più convenienti

Pensare alla caldaia con l’estate alle porte potrebbe sembrare una pazzia. Se però si sposta l’attenzione sul risparmio, ogni momento può diventare quello adatto per progettare un investimento. Non fa eccezione nemmeno il settore dei riscaldamenti ed in particolare delle caldaie. La vera rivoluzione del settore, in grado di far risparmiare in termini di consumi di gas utilizzato (e conseguenzialmente di denaro) sono le caldaie a condensazione.

caldaia condensazione Salento La tecnologia di questi apparati consente infatti di sfruttare non solo il calore prodotto dal normale utilizzo, ma anche quello che deriva dalla stessa combustione. In altre parole, le caldaie a condensazione riescono a convogliare e sfruttare i fumi, ovvero le condense, che normalmente sono invece considerati prodotti di scarto nelle caldaie tradizionali. Il fumo, una volta ottenuto viene raffreddato fino ad ottenere la trasformazione del vapore in condensa, ritornando allo stato liquido. La condensa ottenuta sarà quindi reinserita nel circolo di alimentazione della caldaia facendola passare attraverso il camino. Quest’ultimo passaggio può essere differenziato a seconda che si tratti di una caldaia con immediata produzione di acqua calda, oppure ad accumulo.

Un principio semplice che ha tra i tanti pregi anche quello del rispetto dell’ambiente, proprio perché gli scarti sono reinseriti nel funzionamento e non si disperdono nell’atmosfera, ad eccezione di una piccola parte. Attenzione, questo non significa che tutte le caldaie a condensazione siano automaticamente ecologiche. Ai sensi della Direttiva Europea CEE 92/42 e della Norma Tecnica UNI EN297 affinché una caldaia possa essere considerata ecologica le emissioni non devono superare il limite massimo di 70mg/kWh. E’ onere del produttore certificarne i consumi, dunque se volete un impianto in linea con la bio-edilizia, verificatene i requisiti prima dell’acquisto.

Le caldaie a condensazione si comportano bene in qualsiasi condizione climatica. Come tutti gli apparecchi di nuova generazione e che promettono il risparmio hanno un solo punto debole: costano qualcosa in più rispetto alla media dei prodotti similari, anche se, occorre precisare, il prezzo d’acquisto può essere facilmente ammortizzato nel lungo periodo, grazie al risparmio del gas utilizzato. Il risparmio effettivo varia dal 20% al 35% del gas consumato durante l’utilizzo ordinario, percentuale che può aumentare di un altro 10% se nell’opera di rinnovamento si includono delle valvole termostatiche.

caldaie a condensazione Lecce e provincia

L’investimento nelle caldaie a condensazione si rivela intelligente per molteplici motivi. Innanzi tutto conferisce un maggiore valore alla casa elevandone la classe energetica, la cui certificazione ormai è obbligatoria in caso di vendita o locazione; si ritiene che sostituendo la caldaia e coibentando i muri si ottiene un miglioramento in termini ecologici pari al 70% del totale, mentre il residuale 30% lo si delega a infissi, impianti di illuminazione e pannelli solari. Paradossalmente, la vostra casa di 100mq munita di impianti di condensazione può avere un valore maggiore di un’appartamento di 80mq in pieno centro, ma con classe energetica bassa.

Tornando al funzionamento le caldaie a condensazione possono funzionare sia con il metano che con il gpl o il gasolio, e in commercio si trovano diversi modelli adatti a qualsiasi esigenza. Esistono impianti per il solo riscaldamento ambientale oppure combinati, modelli adatti all’incasso ed altri per il solo uso esterno, in luoghi parzialmente riparati. Per risparmiare c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Related posts

Leave your comment Required fields are marked *