La detrazione fiscale delle spese: il fotovoltaico domestico è ancor più conveniente.

Gli impianti fotovoltaici privati, come per le ristrutturazioni edilizie, portano a favore di chi li installa una detrazione fiscale pari al 50%, che il governo concede come incentivo. Questo perché, mentre di concedere bonus sulla corrente elettrica che produce l’impianto, come era per le tariffe incentivanti, a fine lavori, restituisce la metà dei costi. La restituzione, però, non avviene tramite bonifici o contanti ma tramite dei sgravi fiscali che lo stato spalma in 10 anni successivi all’anno dell’ installazione del fotovoltaico.
C’è da dire, che queste detrazioni vengono concesse solo a impianti installati su immobili ad uso domestico, quindi, a persone fisiche che siano contributori IRPEF e non a aziende o attività commerciali. Queste detrazioni non vanno confuse con quelle del 65%, attuate per il risparmio energetico perché quest’ ultima vale solo per gli impianti solari termici per la produzione di acqua calda o per efficienza energetica di edifici. Queste detrazioni hanno la stessa modalità di quella del fotovoltaico quindi, sgravi fiscali per i futuri 10 anni dall’installazione, fino al raggiungimento di 100 mila euro. Le detrazioni valgono per le realizzazioni di impianti fotovoltaici realizzati da giugno 2012 fino al 31 dicembre 2014. Questo perché l’incentivo è stato prorogato di un ulteriore anno, precedentemente, il termine ultimo era il 31 dicembre 2013. Questa data è il termine ultimo per ricevere le detrazioni pari al 50%  e in più, per gli immobili ad uso domestico, alle detrazioni si aggiunge l’ IVA al 10% anziché del 22% fino ad un tetto massimo, in questo caso, di 96 mila euro. Inoltre, per tutto il 2015, verrà mantenuto lo sgravio, anche se ridotto al 40%. Possono avvalere di questi incentivi i proprietari, un inquilino, soci di cooperative e imprenditori, ma solo per immobili al quale non rientrano in quelli merce o strumentali. Alle aziende, che non possono beneficiare delle detrazioni sugli impianti fotovoltaici, conviene installare quest’ultimi per produrre energia elettrica propria e quindi, ridurre i costi visto il taglio netto sulle bollette elettriche che l’ impianto fotovoltaico può portare.
detrazioni fiscali fotovoltaico 2015
Si può accedere alla detrazione fiscale contattando l’ASL, solo per casi previsti dalla normativa vigente, comunicando l’effettuazione dei lavori, pagando i lavori tramite bonifico postale o bancario specificando, nella causale, il motivo del pagamento, come fà riferimento la legge, e il codice fiscale e partita IVA del privato e della ditta che esegue i lavori e và indicato, nella dichiarazione dei redditi, i dati catastali dell’ immobile a cui è stato installato il fotovoltaico. Per saperne di più ed essere indirizzati nella procedura ci si può rivolgere all’ufficio tecnico del comune dell’ immobile su cui è stato realizzato l’impianto e all’agenzia dell’entrate dove sarà possibile informarsi su altra documentazione riguardante l’ impianto.

Related posts

Leave your comment Required fields are marked *